Sorvolo

Pubblico una poesia di qualche anno fa. S’intitola ”Sorvolo”.


Oh inabissarsi e poi di nuovo sorvolare!

Immerso nella luce sognante

riaffioro naufrago

alla calma superficie di meraviglia.


Tu, piena di grazia,

su ali di seta volteggiando,

per gioco sfuggi

alle goffe mie imprese,

ed al sommesso balbettio dei miei canti.


E sorridi radiosa alla tua bugia

che è così dolce e lieve

come il profumo d’un fiore; sorridi


e con la tua voce anche me incanti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...